Bernard Heidsieck

(Parigi 1928-2004)

Nasce a Parigi nel 1928, membro di una famiglia famosa nel mondo per la produzione di champagne. Si avvicina alla poesia e alla letteratura giovanissimo e dopo un’esperienza da direttore di banca, ben presto abbandonata per il suo spirito di poeta radicale ribelle alle convenzioni, sperimentata nel 1955 la “Poesia Sonora”, definita “poesia del verso senza parole”. All’inizio degli anni ’60 abbraccia la “Poesie Action”, un esplosivo e straordinario mix di poesia e corpo in azione, dove il testo viene letto interagendo con nastri preregistrati.

Nel 1976 dà il via con successo al Primo festival Internazionale di Poesia Sonora. Nel 1980 organizza al Centro Pompidou “Rencontres Internationales 1980 de Poesie Sonore”. La sua intensa ed eclettica attività artistica lo porterà a produrre 60 incisioni, ad esibirsi in 500 letture con performance in più di 20 paesi, a pubblicare numerose raccolte di poesie e ad organizzare mostre in gallerie internazionali.

Nel 1991 il Ministero della Cultura francese gli assegnerà il “Grand Prix National de Poesie”. Le sue composizioni più note restano le “Biopsies” e “Vaduz” è stato il poema sonoro più interpretato.

Muore a Parigi nel 2004. Il Centro Pompidou gli dedica un omaggio nel settembre 2015.

opere

cataloghi

personali

2016

SONATA A TRE, a cura di L. Meneghelli, La Giarina Arte Contemporanea, Verona

collettive