IL RESPIRO DELLA MATERIA

MOSTRA n. 97
ARTISTA: VASCO BENDINI
A CURA DI: GIORGIO CORTENOVA
PERIODO: 7 OTTOBRE 2006 – 30 GENNAIO 2007

Il 7 ottobre 2006 alle ore 18.30 la galleria La Giarina inaugura, a cura di Giorgio Cortenova, la mostra – VASCO BENDINI_IL RESPIRO DELLA MATERIA – ampia personale con opere dagli anni cinquanta ai nostri giorni, di un importante protagonista e anticipatore dell’informale italiano. Vasco Bendini, nato a Bologna nel 1922, allievo di Virgilio Guidi e Giorgio Morandi, è stato uno dei pittori più seguiti e amati da Francesco Arcangeli che ha presentato le sue prime personali a Firenze, Milano, Roma negli anni cinquanta, anni in cui è nata la serie “Segni segreti”, seguita, alla fine del 1956 dalla serie “Gesto e materia” che proseguirà fino agli anni settanta. Autore di raffinata cultura, solitario e schivo per carattere, ma eclettico e audace sperimentatore quando si tratta di affrontare l’opera, Bendini non volle mai riconoscersi in una scuola o corrente, tanto che negli anni sessanta la sua ricerca si spostò sull’arte oggettuale e comportamentale, precorrendo in qualche modo l’arte povera. Ma la pittura, sua più autentica vocazione finirà per vincere. Questo ritorno darà vita negli anni successivi a nuovi cicli di lavori che, sempre di più, lo dichiareranno figura unica nel contesto della pittura italiana del dopoguerra. Unicità che si definisce forse proprio in quell’equilibrio “fragile, instabile, slittante” che Arcangeli aveva letto già nei suoi primi lavori, unito a quell’”accentuazione dello spirituale” che eleva la materia a poesia.

Presente a tre edizioni della Biennale di Venezia nel 1956-1964 e 1972, tra le mostre pubbliche più importanti ricordiamo nel 1989 l’antologica di Palazzo Forti a Verona, curata da Giorgio Cortenova, nel 1992 alla Galleria Civica di Modena, alla Galleria D’arte Moderna di Bologna e alla Civica di Trento. Nel 1998 al Museo dell’Università degli studi La Sapienza di Roma e nel 2003 al Museo di Lissone.