La Giarina

La Galleria La Giarina, fondata e diretta da Cristina Morato, inizia la sua attività espositiva nel 1987, concentrando fin dagli inizi i suoi programmi sulla ricerca e sperimentazione artistica italiana ed internazionale contemporanea, più significativa. Frequente il confronto con le avanguardie storiche del Novecento: Futurismo, Dadaismo, Surrealismo, Nouveau Réalisme, Fluxus. La Body Art e la performance dagli anni sessanta ai nostri giorni, sono state il tema di alcune importanti mostre ed eventi nel corso degli anni. Ampie personali sono state dedicate ad artisti italiani ed internazionali già affermati tra cui: Enrico Baj, Claudio Costa, Toti Scialoja, Arman, Ken Friedman, Jean Dupuy e Wim Delvoye. Lo spazio espositivo della galleria, si trova al piano terra di un palazzo storico del ‘500, nella zona più antica di Verona, tra Piazza Isolo e il Teatro Romano, vicino al fiume Adige. Il luogo denominato “la giarina” dà il nome alla galleria stessa. Lo spazio, come un peristilio romano, è un percorso attorno a un cortile quadrangolare, cui si accede da un atrio con soffitto affrescato. Negli ultimi anni è stata aperta negli interrati una sala per le proiezioni video.