Piero Manzoni

(Soncino, 1933 – Milano, 1963)

Nella seconda metà degli anni ’50 fu tra i giovani artisti che a Milano svilupparono le ricerche spazialiste di L. Fontana; al 1957 risalgono i primi Achromes, superfici cromaticamente neutre in cui era invece esaltata la superficie della materia (lana di vetro, cotone idrofilo, polistirolo).
Manzoni fu con Castellani e Agnetti fondatore della rivista Azimuth. La sua opera fu fortemente segnata da influssi dadaisti. Oggi è considerato tra i precursori delle tendenze concettuali.

personali

collettive